Cosmo Laera
10 / 34 ◄   ► ◄  10 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
11 / 34 ◄   ► ◄  11 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
12 / 34 ◄   ► ◄  12 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
13 / 34 ◄   ► ◄  13 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
14 / 34 ◄   ► ◄  14 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
15 / 34 ◄   ► ◄  15 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
16 / 34 ◄   ► ◄  16 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
17 / 34 ◄   ► ◄  17 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
18 / 34 ◄   ► ◄  18 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
19 / 34 ◄   ► ◄  19 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
20 / 34 ◄   ► ◄  20 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
21 / 34 ◄   ► ◄  21 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
22 / 34 ◄   ► ◄  22 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
23 / 34 ◄   ► ◄  23 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
24 / 34 ◄   ► ◄  24 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
25 / 34 ◄   ► ◄  25 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
26 / 34 ◄   ► ◄  26 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
27 / 34 ◄   ► ◄  27 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
28 / 34 ◄   ► ◄  28 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
29 / 34 ◄   ► ◄  29 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
30 / 34 ◄   ► ◄  30 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
31 / 34 ◄   ► ◄  31 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
32 / 34 ◄   ► ◄  32 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
33 / 34 ◄   ► ◄  33 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options
34 / 34 ◄   ► ◄  34 / 34  ► pause play enlarge slideshow thumbs
Options

Orizzonte mediterraneo

Orizzonte Mediterraneo è il titolo di un ciclo di opere fotografiche realizzate nel corso di diverse stagioni, tese a definire i contorni di una morfologia geografica che spesso è accompagnata da un rumore di fondo, un eco che riporta la denominazione ad una visione. Per Cosmo Laera il motivo di questa incessante ricerca è nella necessità di riscattare alcune parti di realtà da una definizione sommaria, rilevando la costante presenza di una luminosità geograficamente esistente e palesemente caratterizzante dell'area mediterranea. L'autore propende verso una visione decisamente progettuale della lettura del paesaggio e si dedica alla valorizzazione della struttura lessicale del linguaggio fotografico sottolineando l'importanza della successione dei singoli elementi nella narrazione.
Passaggi serrati dal fonema di un'immagine alla declamazione liberatoria di una strofa, così le figurazioni si susseguono con un alternanza di vedute in cui la luce è dichiaratamente l'elemento centrale valorizzato dal contesto, dalla semplicità delle strutture architettoniche o più semplicemente dalla linea di un orizzonte che ritorna a chiudere una baia, il lembo di una spiaggia che si appoggia parallelo al livello del mare o il disegno di una figura. Appartiene ad un processo culturale incentrato sulla consapevole conoscenza del proprio territorio, una risposta che deriva dall'iperdefinizione delle mappe e dalle immagini satellitari, sviluppatosi parallelamente ad un'estetica del non luogo, una lettura dello spazio che utilizza la lezione della trasformazione epocale dell'iconografia fotografica: dall'approccio analogico alla resa dell'immagine possibile.
La componente interpretativa dello spazio è determinata anch'essa dalla luce, ma si sviluppa lungo un paesaggio prospettico in continua mutazione, un orizzonte variabile come lo descrive nelle sue immagini, opportunamente messo in evidenza da una lettura dall'alto o dalla visione allargata di un tratto di mare che si apre sotto una nave, una struttura lessicale minimale per una traduzione in immagini di un intero bacino di culture, razze e religioni eppure così raggiungibile, così prossimo, com'è nella natura di ciò che del mediterraneo fa parte.





loading