Cosmo Laera

Paesaggio materiale e immateriale: campagne fotografiche e nuovi territori dello sguardo

07-10-2017 10:08


Matera



14 ottobre
Paesaggio materiale e immateriale: campagne fotografiche e nuovi territori dello sguardo

L’evoluzione tecnologica dell’ultimo ventennio ha permesso l’individuazione di nuove frontiere del reale e nuovi paesaggi del nostro quotidiano, determinando la nascita di complessi sistemi culturali, economici e politici e la proliferazione di intere città e caleidoscopi sociali.
Questa realtà è diventata oggetto privilegiato di indagine, racconto e progettazione e architettura, design e arti visive hanno sviluppato pratiche e dispositivi utili alla documentazione e alla progettazione di realtà digitali, elaborando una solida iconografia del paesaggio immateriale.
Tali dispositivi e pratiche hanno conquistato una specifica distanza dal paesaggio sinora conosciuto, contribuendo a un progressivo e diffuso disinteresse nei confronti dei luoghi in cui la maggior parte di noi tuttora vive.
Negli ultimi dieci anni questo nuovo paesaggio immateriale ha ampliato i suoi confini fino ad avvicinare e diffondersi nella molteplicità del paesaggio materiale. Le culture, le economie e le politiche dei due mondi si sono così confuse generando conflitti e tensioni ancora in corso.
E' ora in atto una tendenza crescente, che nasce da un bisogno di ritorno al reale; nuove traiettorie teoriche e operative, che incidono la forma di un quotidiano inedito.
Un paesaggio ibrido, doppio, in via di definizione.
Un panel di alte professionalità nazionali e internazionali si confronta nella giornata di studio dedicata al tema, promossa dal MiBACT in collaborazione con la Fondazione Matera 2019 e con il polo museale regionale della Basilicata.
Quali storie, forme, fenomeni e relazioni sono identificate, oggi, con il termine paesaggio? In una realtà assolutamente nuova, i cui equilibri sono in costruzione, qual è il ruolo, il valore e quali sono le responsabilità politiche della fotografia? Quali metodologie progettuali adotta e quali reciprocità disciplinari costruisce?

GIORNATA DI STUDIO 10h –18h
Sala delle Conferenze, Palazzo Lanfranchi, Piazzetta Giovanni Pascoli, 1, Matera

10h00 Saluti istituzionali:

Patrizia Minardi, Dirigente Ufficio sistemi culturali e turistici Regione Basilicata
Paolo Verri, Direttore generale Fondazione Matera 2019
Lorenza Bravetta, Consigliere del Ministro Dario Franceschini per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale, Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo

10h30 – 13h Tavola rotonda: Campagne fotografiche nel paesaggio materiale
Modera:
Marta Ragozzino, Direttore del Polo museale regionale della Basilicata

Relatori:

Olivo Barbieri, Fotografo
Alberto Caffarelli e Andrea Masu, Alterazioni Video, New York
Nicolò Degiorgis, Fotografo, Artista ed Editore
Marco Ferrari, Architetto e Co-fondatore di Studio Folder
Filippo Maggia, Curatore per la fotografia italiana, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino
Antonio Ottomanelli e Anna Vasta, Fondatori Planar, Bari
Massimo Torrigiani, Co-direttore di Fantom e Direttore Artistico del Polo per l'arte e la cultura contemporanea, Bari

15h – 17h30 Tavola rotonda: Campagne fotografiche nel paesaggio immateriale
Modera:
Giuliano Sergio, Autore e Docente di Storia dell’arte, Accademia di Belle Arti di Urbino

Relatori:

Matteo Balduzzi, Curatore Museo Fotografia Contemporanea, Cinisello Balsamo
Angelo Bianco, Direttore artistico Fondazione SoutHeritage per l’arte contemporanea, Matera
Gianluca e Massimiliano De Serio, Registi
William Guerrieri, Fotografo e Curatore Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea, Rubiera
Cosmo Laera, Direttore Artistico Matera European Photography e Docente di Fotografia Accademia di belle arti di Brera, Milano
Francesca Marconi, Artista


17h30: Conclusioni e interventi dal pubblico

more: Programma__10___Matera_DEF_2.jpg (0.64 MB)

loading