Cosmo Laera

PAESAGGIO NATURALE / PAESAGGI ARTIFICIALE

30-03-2017 20:51


MAAAC e TORRE CIVICA
Museo Area Archeologica Arte Contemporanea Cisternino
Museum and archeological area contemporary art Cisternino Italy
direttore Mimmo Tamborrino
progetto e ideazione Alberto Vannetti

PAESAGGIO NATURALE PAESAGGIO ARTIFICIALE
Natural landscape artificial landscape
6 dicembre 2016 - 20 gennaio 2017
december 6 - genuary 20

MAAAC/TORRE CIVICA
Piazza Garibaldi Cisternino Br

L'amministrazione di Cisternino in collaborazione con il Gruppo Archeologico Valle d'Itria, l'ass. Luzzart e il MAAAC ha deciso di mettere a disposizione anche la medioevale Torre Civica per iniziare un percorso espositivo dedicato all'arte moderna e contemporanea in modo permanente.
Per iniziare e dimostrare che si può lavorare con il contemporaneo anche in un luogo decentrato ed in una struttura storica come il previsto Complesso museale di Cisternino in Valle d'Itria si è chiesto ad una serie di importanti artisti italiani di varie generazioni di offrire in prestito una o due opere significative del loro lavoro. Alcune sono già in custodia nel vicinissimo MAAAC sotto la Chiesa di S. Nicola dove si è appena conclusa la mostra contemporanea Ragione e Sentimento fra i suggestivi scavi archeologici.

Ci teniamo a ribadire che l'iniziativa è possibile anche per il lavoro volontario, in ogni campo, di molte persone che vogliono aprire o riaprire gli importanti monumenti del paese, quasi sempre chiusi e in stato fino a oggi di semi abbandono. Riteniamo che l'arte moderna e contemporanea possa essere un buon viatico per aprire questo percorso, partendo dall'antico e dal tessuto rurale del territorio ma per offrire nuove visioni culturali, estetiche e sociali.

La scelta degli autori è eterogenea come eterogenee sono le scelte formali, culturali e tecniche di ogni artista proprio per creare uno spazio visivo ampio, una gamma di possibili scelte e direzioni, ma sempre nella qualità della ricerca. Motivo è che queste prime scelte sono state fatte in collaborazione con altri artisti e critici d'arte, come sarà sempre in futuro, che in modo generoso vogliono partecipare ad un nuovo inizio ed eventualmente fare proposte culturali che riguardano il contemporaneo e anche il dialogo con l'antico.

Il prossimo appuntamento nel periodo festivo parte dalla visione del paesaggio, di ogni tipo, filtrato da sensibilità e cultura dell'autore.
Abbiamo pensato che in un piccolo paese di origine agricola ma oggi in pieno sviluppo turistico e artefatto il confrontarsi con questi ampi temi possa comunicare più adeguatamente con un pubblico non necessariamente "dell'arte". Il tema dei Paesaggi naturali in tutte le loro declinazioni o artificiali riprodotti o virtuali ci sembrano una chiave di lettura e confronto interessante negli spazi così densi di storia del Museo Archeologico e della Torre Civica entrambi di epoca medioevale, circa 1000 d.c.
Gli artisti a cui ci rivolgiamo di chiara fama o semplicemente di grande bravura sono chiamati a sostenere l'iniziativa interpretando, per quanto possibile, il tema della mostra. I loro lavori, se riterranno opportuno potranno essere lasciati in comodato e visione a rotazione per il tempo che riterranno necessario anche oltre la chiusura della mostra.


Gli artisti per Paesaggio Naturale Paesaggio Artificiale

Olmo Amato, Roma, Marco Biondi, Roma, Carlo Bertocci, (FI) Alessandro Bavari, (Lt), Paolo Bielli, Roma, Luigi Billi, Lucio Bracco, Cisternino/Roma, Angelo Calianno, Cisternino (Br), Lisetta Carmi, Cisternino, Michele Coniglio, (Ba) Valerie Chartrand, Canada, Alessandra Giovannoni,Roma, Massimo Livadiotti, Roma, Dino Lorusso (BA), Cosmo Laera (BA), Giorgio Kadmo Pagano, Roma, Maurizio Pellegrin, (VE), Claudio Spoletini, Roma, Ruggero Savinio, Roma, Adriano Settimo Radeglia, Mesagne (Br), GIanni Valletta (Ba).

Aprirà il percorso espositivo il dipinto di Angiolo Vannetti (Livorno 1881/Firenze 1962) "San Marco,Venezia" del 1930.

Il 6 dicembre verrà presentato anche il primo numero di MAMAgazine rivista/catalogo di informazione sulle mostre del MAAAC
Sul n 1 Ragione e Sentimento la mostra di tutta l'estate che ha visto circa 2000 visitatori

IL primo gennaio alle 20 nello scenario della cappella del Purgatorio lo spettacolo
Labirinto
Di e con Massimo Zaccaria e Onofrio Fortunato
Labirinto è uno spettacolo che narra la leggenda del Minotauro, una figura mitologica metà uomo e metà animale; ad accompagnare la sua storia invulnerabile fatta di libertà , ma nello stesso tempo anche d’illusione e d’inganno, è la voce di un narratore nel ruolo di Teseo.

In collaborazione con il Comune di Cisternino
la Cooperativa Saetta, il Gruppo Archeologico,
l'Ass. Luzzart, il maestro Pippo Patruno, il maestro Massimo Livadiotti.

Sostengono l'iniziativa e il Progetto per galleria Civica di Arte Moderna e Contemporanea :Coop LA DEMETRIA, OSTERIA BEll'ITALIA, LA BOTTEGA DELLO SFUSO, Masseria LAMA PELLEGRINI, BB MILLEFIORI e MIele, FERRARA S.A.S., La Taverna Della Torre.

more: IMG_4754.JPG (2.34 MB)

IMG_4723.JPGIMG_4729.JPGIMG_4730.JPGIMG_4731.JPGIMG_4732.JPGIMG_4737.JPGIMG_4742.JPGIMG_4748.JPGIMG_4752.JPGIMG_4753.JPGIMG_4754.JPGIMG_4778.JPGIMG_4767A.jpgIMG_4787.JPGIMG_4792.JPGIMG_4795.JPGIMG_4798.JPGIMG_4807.JPGIMG_4814A.jpgIMG_4816A.jpg

loading