Cosmo Laera
10 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
11 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
12 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
13 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
14 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
15 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
16 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
17 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
18 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
19 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
20 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
21 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
22 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
23 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
24 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
25 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
26 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
27 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
28 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
29 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
30 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
31 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
32 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
33 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
34 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
35 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
36 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
37 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
38 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
39 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
40 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
41 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
42 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
43 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
44 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
45 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
46 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
47 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
48 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
49 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
50 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
51 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
52 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
53 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
54 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
55 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
56 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
57 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
58 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
59 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
60 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
61 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
62 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
63 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
64 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
65 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
66 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
67 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
68 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
69 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
70 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
71 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
72 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
73 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
74 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
75 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
76 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
77 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
78 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
79 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
80 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
81 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
82 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
83 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
84 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
85 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
86 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
87 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
88 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
89 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
90 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options
91 / 91 prev / next pause play enlarge slideshow thumbs
Options

Stories of places and feelings / L'Aquila 2013

Immagini realizzate all'interno del Progetto CONFOTOGRAFIA

Lavoro da tempo sul paesaggio e sui luoghi del SUD, sulla materia, sulla luce. Lo spirito con cui si svolge questa ricerca fotografica in continua evoluzione, è quello del celebre aforisma di Proust: “l’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi.” Spesso nelle immagini ricorre una figura umana, e tutta l’attenzione si sposta su questo soggetto che di rimando porta ad osservare ciò che lui stesso sta osservando, un punto di vista raddoppiato tra l’autore della fotografia e lo spazio indicato da chi lo sta vivendo. Il percorso è noto, ma gli occhi con cui si guarda sono ogni volta nuovi. Apparentemente le fotografie si accorpano per cronologia, mentre per il mio lavoro gli accorpamenti sono legati ad un luogo, visitato e conosciuto durante il tempo cosi da maturarne un’esperienza, anche degli stessi posti ma con punti di vista differenti: è la ricerca di un asse su cui costruire parte di un pensiero meridiano, una ricerca etica della dimensione di vita umana contemporanea. Lo spazio, visto attraverso gli occhi di chi lo abita, di un passante o di un turista, una messa in scena con la complicità indiretta dell’ambiente e una potenziale narrazione mediata dalla figura umana insieme alla materia, ancora la pietra e la luce-faro come indicatore, punto di riferimento nella scena. Luce e materia restano gli elementi di costruzione di tutte le mie ricerche, sono campi di affezione, aree a cui sono attribuite potenziali di crescita e di sviluppo, espressioni di un paesaggio antropico in continua mutazione. La parte più significativa dell’esperienza Aquilana è stata sicuramente quella del contatto con le persone, una narrazione continua dove una storia si unisce ad un’altra e provoca una tessitura, uno spessore definito dai sentimenti, dai ricordi e dalle speranze. Ho avuto la fortuna di avere un compagno di viaggio particolarmente sensibile con cui ho stabilito immediatamente un rapporto di grande empatia e che mi ha consentito di accedere alla dimensione più privata dei luoghi che mi portato ad una conoscenza di persone tutte collegate tra loro da rapporti famigliari, di lavoro, di associazione e di amicizia. Questo contatto mi ha portato a fotografare dall’interno la vita quotidiana che per molti versi ha assunto la routine di sempre, e mi ha permesso di realizzare una serie di opere tematiche incentrate non solo sulla visione ma anche sulla fruibilità pressoché impossibile degli stessi spazi: si verifica di fatto una schizofrenia tra l’elemento architettonico delle nuove abitazioni, con la sua natura di struttura definita, fruibile, pubblica, spesso anche gradevole come situazione ambientale contro la realtà del sisma e la tragica incapacità umana di restituirlo alla sua condizione originale. Così il contrasto tra le due esistenze del luogo diventa surreale, si appropria della fatiscenza e dei cumuli di macerie e diventa un divario che solo la fotografia può ricomporre. Questo credo sia stato il senso della ricerca che ho potuto svolgere, come se ad una ricostruzione materiale ancora lontana dal giungere al concludersi, si possa ottemperare attraverso una ricomposizione della figura, della storia, della forma. Il pensiero di un fotografo è sempre rivolto ad una proposizione creativa, e la scelta di realizzare dei ritratti di queste persone corrisponde inequivocabilmente alla celebrazione della vita stessa.

Disponibile volume su Blurb



loading