Cosmo Laera
Gibellina 50+1
Options
1 / 27 ◄   ► ◄  1 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
2 / 27 ◄   ► ◄  2 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
3 / 27 ◄   ► ◄  3 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
4 / 27 ◄   ► ◄  4 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
5 / 27 ◄   ► ◄  5 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
6 / 27 ◄   ► ◄  6 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
7 / 27 ◄   ► ◄  7 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
8 / 27 ◄   ► ◄  8 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
9 / 27 ◄   ► ◄  9 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
10 / 27 ◄   ► ◄  10 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
11 / 27 ◄   ► ◄  11 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
12 / 27 ◄   ► ◄  12 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
13 / 27 ◄   ► ◄  13 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
14 / 27 ◄   ► ◄  14 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
15 / 27 ◄   ► ◄  15 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
16 / 27 ◄   ► ◄  16 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
17 / 27 ◄   ► ◄  17 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
18 / 27 ◄   ► ◄  18 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
19 / 27 ◄   ► ◄  19 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
20 / 27 ◄   ► ◄  20 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
21 / 27 ◄   ► ◄  21 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
22 / 27 ◄   ► ◄  22 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
23 / 27 ◄   ► ◄  23 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
24 / 27 ◄   ► ◄  24 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
25 / 27 ◄   ► ◄  25 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
26 / 27 ◄   ► ◄  26 / 27  ► pause play enlarge slideshow
Gibellina 50+1
Options
27 / 27 ◄   ► ◄  27 / 27  ► pause play enlarge slideshow

Gibellina 50+1

it | en

Identità e memoria sono i due termini ricorrenti in questa lettura per immagini dello spazio in cui trovano la loro logica collocazione le opere dei grandi artisti che hanno definito con le loro opere la morfologia del territorio di Gibellina. Il percorso è denso di emozioni e porta ad una visione dominata dalla luce che si riflette nelle forme e si riversa nei lunghi ed elaborati disegni delle ombre sulla terra, piccoli teatri o immense distese solcate dal riverbero meridiano. La fotografia assimila tutto, rimette in asse i volumi, fa emergere le sculture dalla superficie e ci porta all’interno dei luoghi attraverso lo sguardo di chi è dentro la scena. Si crea una visione che restituisce la scoperta e l’estasi del momento congelando l'istante.
Ad essere preponderante è la natura del luogo, la forza dell'identità geografica e sociale, da cui poter attingere esempi di come risorgere, di come possa essere possibile ridefinire la propria storia attraverso l'arte e le nuove immagini che genera. Come il silenzio nei luoghi, così negli spazi i toni luminosi: in fotografia aumentano la percezione, affinano il potere di lettura dello spettatore ed aprono l'opera a infinite interpretazioni, purché ci sia un approccio di rispetto, nel senso di riuscire a costruire l'immagine senza alterarne il suo valore, sapendo che alle immagini è dato il compito di dire ciò che non può essere trasformato in parole.
Da qui l'importanza delle figure, persone, della visione condivisa nella presenza dell'altro. Assimilando tutte le informazioni sulla storia di questo paesaggio d'artista, si giunge ad una consapevolezza di quanto le opere d'arte possano modificare la struttura del territorio e permettere di affrontare una nuova vita a tutti coloro che vi abitano.
Dal punto di vista turistico Gibellina è ancora una meta poco conosciuta e frequentata, probabilmente a causa di un una condizione logistica che la rende lontana da rotte più commerciali o più note del turismo europeo, forse semplicemente a causa di un lavoro che a tutt'oggi è ancora in corso. Rimane la certezza dopo aver conosciuto questa realtà di aver vissuto un'esperienza spettacolare, unica, in cui potersi immergere e percepire la forza dello spazio, la potenza dell'arte e dell'ineluttabile scorrere del tempo.

loading